Poesia d’amore: “Un sogno dentro un sogno” di Edgar Allan Poe

Vita, sogno o realtà? Ci sono tanti elementi diversi nel mondo Allan Poe e la poesia di oggi ne racchiude la maggior parte

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 30 ottobre 2011

Poesia d’amore: “Un sogno dentro un sogno” di Edgar Allan Poe

Ci sono tante poesie che parlano d’amore, “Un sogno dentro un sogno” di Edgar Allan Poe è una delle poesie d’amore più belle. Questo sentimento però può non essere solo quello tra un uomo o una donna, ma anche tra madre e figlio o semplicemente per la vita. Vi è mai capitato di vivere un’esperienza meravigliosa e accorgervi che è stata solo un sogno? Ci sono emozioni verissime, che fanno palpitare forte il cuore, ma durano il tempo di una notte e non c’è modo per trattenerle nella realtà. Edgar Allan Poe racconta questo stato di estasi e al tempo stesso di amarezza.

Un sogno dentro un sogno

Questo mio bacio accogli sulla fronte!
E, da te ora separandomi,
lascia che io ti dica
che non sbagli se pensi
che furono un sogno i miei giorni;
e, tuttavia, se la speranza volò via
in una notte o in un giorno,
in una visione o in nient’altro,
è forse per questo meno svanita?
Tutto quello che vediamo, quel che sembriamo
non è che un sogno dentro un sogno.

Sto nel fragore
di un lido tormentato dalla risacca,
stringo in una mano
granelli di sabbia dorata.
Soltanto pochi! E pur come scivolano via,
per le mie dita, e ricadono sul mare!
Ed io piango – io piango!
O Dio! Non potrò trattenerli con una stretta più salda?
O Dio! Mai potrò salvarne
almeno uno, dall’onda spietata?
Tutto quel che vediamo, quel che sembriamo
non è che un sogno dentro un sogno?