Prima volta, i ragazzi scoprono l’amore da giovanissimi

da , il

    Prima volta, i ragazzi scoprono l’amore da giovanissimi

    È ormai statisticamente provato che nella prima adolescenza il risveglio del desiderio può essere dannoso sia sotto il profilo psicologico che fisico. Oltre al fatto che può lasciare danni perenni. Il fenomeno dell’approccio al desiderio attiva dimostra quanto il piacere sia presente negli adolescenti ancor prima che essi siano in grado di concepirne le conseguenze.

    Un tempo per molti giovani era dopo i 20 anni, oggi invece c’è un’inversione di tendenza. I motivi? Le famiglie troppo permissive, i modelli televisivi troppo espliciti e forse anche questa sensazione che ormai tutto sia lecito, che non ci siano confini e ostacoli. Pensiamo solo ai giovani che si fimano e poi ricattano il partner mettendo il video su youtube.

    Alla Stazione Marittima di Napoli ieri si è avuta la conferenza nazionale sull’infanzia e secondo l’ultimo rapporto annuale Eurispes e Telefono Azzurro ai ragazzi piacciono molto i rapporti occasionali, meno romanticismo e più casualità. La tv può mandare il messaggio che il desiderio sia molto presente quotidianamente nella vita di tutti, in realtà non è così: coppie in crisi, problemi maschili e femminili molto diffusi, ecc.

    Una teoria sociologica sostiene che gli adolescenti che vedono in televisione personaggi che hanno rapporti casuali senza conseguenze negative, sono maggiormente inclini ad assumere gli stessi atteggiamenti nella vita reale. Sarà vero? Mai il pudore e il senso dell’amore romantico dove è finito?

    Foto tratte da

    bar.it justmyplanet.com blogo.it