Quando l’amore fa male

da , il

    Quando l’amore fa male

    Fare l’amore fa bene e provoca sensazioni piacevoli: il nostro corpo reagisce positivamente agli stimoli sessuali che influiscono anche sull’umore.

    Capita però ad alcune donne e in alcune situazioni che il rapporto sessuale non provochi piacere, bensì dolore. Quali sono le cause? Perchè succede?

    Il dolore può comparire in momenti diversi durante l’atto sessuale e si molte donne lo descrivono come una sensazione pungente, irritante o di bruciore che può essere superficiale e più profondo.

    Il dolore viene chiamato dispareunia: avremo quindi una dispareunia superficiale quando i disturbi sono localizzati esternamente alla vagina e di dispareunia profonda quando il dolore è localizzato a livello pelvico.

    Le cause possono essere sia psicologiche che fisiche: se il dolore è superficiale può essere causato da infezioni flogistiche della vulva della vagina o delle vie urinarie, anomalie anatomiche dell’imene, esiti cicatriziali di interventi, lacerazioni da parto od episiotomie, vaginismo, alterazioni distrofiche dei tessuti vulvo-vaginali.

    Quando invece il dolore è profondo è più facile che si siano verificate malattie dell’utero (fibromatosi, adenomiosi) o delle ovaie (cisti), flogosi pelviche, endometriosi, aderenze pelviche post-operatorie, malattie croniche dell’intestino.

    Le cause psicologiche, soprattutto riscontrabili in giovane età, possono comprendere il vaginismo: è caratterizzato da uno spasmo dei muscoli peri-vaginali per questioni di ansia e stress ed è spesso accompagnato da scarsa lubrificazione.

    Solo il ginecologo, dopo esami specifici, potrà consigliarvi la terapia migliore.

    Fotografie tratte da

    sensovi.com blogs.mirror.co.uk