Quando nasce l’amore in ufficio

da , il

    Si dice che il luogo in cui è più facile trovare l’amore e l’amante (dopo i matrimoni) sia l’ufficio. Sarà perché ci passiamo la fetta maggiore del nostro tempo, sarà che forse è frequentato da persone che hanno molte cose in comune con noi però sembra proprio che le relazioni in ufficio siano all’ordine del giorno. Lo confermavano gli antropologi delle università del Nord Europa, i think tank americani, e qualche studio nostrano.

    Flirtare con la vicina di scrivania o davanti alla macchinetta del caffè rende la giornata un po’ più interessanti. Ma sono amori veri o semplicemente delle avventure? Verissimi. Molte relazioni finiscono proprio per questi incontri. L’unico reale disagio è l’ambiente circostante che spesso diventa ostile o insopportabile quando le storie finiscono. Pettegolezzi, incomprensioni, promozioni bloccate, ecc. Proprio per questo è meglio restare in clandestinità: più educato e più apprezzato dai colleghi.

    La maggioranza delle persone intervistate dagli antropologi, quasi il 70%, pensa che in linea generale bisognerebbe evitare le relazioni sul posto di lavoro, gli altri ritengono invece che tali rapporti rientrino normalmente nel flusso della vita, anche aziendale, e che non dovrebbero riguardare nessun altro tranne i diretti interessati.

    Se vi dovesse capitare state attenti alla gerarchia: il capo ha sempre un fascino particolare, ma una storia con lui non è detto vi avvantaggi nella carriera.