Relazioni, quanto conta la politica?

Per avere un rapporto di coppia sano e sereno bisogna avere delle cose in comune, tra cui una visione politica e forse anche la stessa religione.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 23 maggio 2011

Relazioni, quanto conta la politica?

Le relazioni funzionano se si hanno cose in comune. Ciò non vuol dire essere uguali, ma condividere alcuni interessi e probabilmente la stessa visione della vita. Secondo uno studio condotto dalla Università Rice e dall’Università del Nebraska-Lincoln (Usa) le persone scelgono il partner in base all’orientamento politico. Di solito si pensa alla politica come qualcosa di noioso e colto, che non ha nulla a che vedere con l’amore, ma non è così. È molto importante avere ideali simili e di conseguenza condividere alcuni temi etici.

Lo studio è stato condotto su 5.000 coppie sposate e sono stati tenuti in considerazione comportamenti, canoni fisici, personalità, credo religioso e ideologia politica. I ricercatori hanno scoperto che, tra i tratti più importanti, spiccano gli atteggiamenti politici. Non credo sia una cosa così sconvolgente: avere un’opinione politica simile significa condividere il proprio ruolo nella società.

Nel sondaggio, l’unica cosa che è risultata ancora più importante della politica è la fede religiosa. John Alford, professore associato di scienze politiche presso la Rice University, ha commentato: “Si scopre che le persone pongono maggiormente l’accento sulla ricerca di un compagno che deve essere uno spirito affine in materia politica, in religione e in attività sociale”.

Come commentate il risultato di questo studio? Vi trovate concordi? Lasciate un vostro commento e proviamo a sollevare un dibattito. Quanto conta la politica nella vostra vita di coppia?