Ritrovarsi single a 30 anni: consigli per guardare avanti

Scopriamo alcuni consigli per guardare avanti se ci si ritrova single a 30 anni. Può capitare di lasciarsi a questa età e di sentirsi a disagio perché amici e conoscenti, al contrario, sono tutti fidanzati o felicemente sposati. Ma siamo sicure che sia davvero così spiacevole restare single a 30 anni? Ecco i nostri suggerimenti per guardare avanti con grinta!

Pubblicato da Laura De Rosa Venerdì 14 luglio 2017

Ritrovarsi single a 30 anni: consigli per guardare avanti

Ritrovarsi single a 30 anni: capita. Ma quali sono i migliori consigli per guardare avanti? Succede, infatti, che gran parte degli amici si siano sistemati e voi invece vi ritroviate punto e accapo. Per fortuna oggigiorno è molto più facile fare nuove conoscenze. Eppure c’è ancora chi prova un po’ di disagio nel lasciarsi a 30 anni, come se la solitudine fosse esclusiva degli adolescenti. In realtà essere single a trent’anni può essere straordinariamente piacevole, scopriamo perché e alcuni consigli per guardare avanti senza crogiolarsi nella delusione d’amore.

Godersi la vita

Una cosa scontata ma importantissima è proprio godersi la vita. Dopotutto a 30 anni non si è prossimi alla pensione, anzi! C’è ancora molto da fare e si è giovanissimi. Quindi al bando le lamentele, uscite e divertitevi, le occasioni per trovare l’amore a 30 anni al giorno d’oggi non mancano.

Flirtare online

La singletudine può essere piacevolissima perché, fra le altre cose, permette di flirtare con chiunque senza sensi di colpa né obbligo di trasformare il flirt in una cosa seria. E poi, oggigiorno il web offre la possibilità di flirtare anche online e di sperimentare persino l’eros virtuale, una valida alternativa per distrarsi piacevolmente.

Dedicare più tempo alle proprie passioni

Se siete rimaste single a 30 anni approfittatene per rispolverare vecchie passioni e hobby, iscrivendovi a un corso a tema, seguendo delle lezioni private. L’importante è buttarsi dedicando del tempo a se stessi, anziché stare a rimuginare sull’accaduto. Essere indipendenti, a 30 anni, non è affatto male!

Uscire con le amiche

Tornare single a 30 anni può apparire in un primo momento destabilizzante, soprattutto se avevate in programma di mettere su famiglia. Tuttavia non è una tragedia, dipende da come si affronta la situazione e il primo modo per tirarsi su il morale è uscire con le amiche, che sapranno consigliarvi nel modo giusto. E poi, solo uscendo potrete fare incontri interessanti, non trovate?

Evitare il cinismo

Avete 30 anni e siete single da sempre? Non c’è peggior nemico del cinismo che probabilmente vi impedisce di fidarvi delle persone. Lasciatevi andare e ricordate: più si cerca una relazione, meno questa ‘arriva’. Imparate a volervi bene e a coltivare l’amore verso voi stesse: solo così avrete l’entusiasmo necessario per conoscere la persona giusta!

Seguire le proprie ambizioni

Può capitare di puntare tutto sul lavoro, quando si torna single: infatti, essere single favorisce le ambizioni professionali perché si ha più tempo per se stesse. Se fare carriera è ciò che volete davvero, approfittatene: del resto, a 30 anni si è ancora piene di energia e di ambizioni. Non abbandonateli solo a causa di una delusione d’amore!

Vedi anche:

Che single sei? [TEST]

Domanda 1 di 10

Come giudichi la vita da single?