Rottura, i modi peggiori di lasciare

Ci sono tanti modi per lasciare e per farsi lasciare. Alcuni però sono davvero vili e maleducati, vediamoli insieme.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 28 settembre 2009

Rompere una storia non è mai semplice. La cosa peggiore però è utilizzare la tecnologia per evitare di guardare la persona negli occhi. Ecco la classifica dei peggiori modi per lasciare qualcuno.
Sms – Va di moda ormai da qualche anno, è lapidario e assurdo. Una storia, anche di un giorno solo, vale molto di più di 60 caratteri e di qualche frasetta di circostanza.

e-mail – Ricorriamo alla mail quando abbiamo bisogno sì di stare al riparo da una possibile reazione o richiesta di ripensamento, ma la lunghezza del rapporto che andiamo a interrompere ci fa sentire in dovere di dare qualche informazione in più.

Facebook – credo che sia la più terrificante. Si può scegliere se fare un gesto plateale: cambiamento lo stato della a situazione sentimentale e l’album fotografico o inviare in privato un messaggio.

Ambasciatore – si usa soprattutto da giovanissimi. Vuol dire inviare qualcuno che dica basta al posto suo.

Fuga eroica – darsela a gambe levate. È tipica di molti uomini, partono e chi si è visto, si è visto. Che dire? Speriamo non torni.

Lavoro – dobbiamo seguire i nostri sogni e non possiamo perdere tempo in una relazione.

Sono gay – dichiarano di aver cambiato gusti o di averlo capito proprio grazie a te. Da suicidarsi.
Ma un semplice: “non ti amo”, non sarebbe meglio?

Foto tratte da
wwwnew.splinder.com
alfemminile.com