Sanremo 2012, la serata finale è dedicata all’amore

Sul palco dell'Ariston, 50 coppie si sono baciate per celebrare l'amore e anche la pace. E' andato in onda anche un bacio lesbo, ma nessuno lo ha notato perché è stato coperto.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 19 febbraio 2012

Sanremo 2012, la serata finale è dedicata all’amore

Il festival di Sanremo ha portato in scena, nella sua ultima serata, l’amore. La kermesse infatti si è aperta sulle note di All You Need is Love, la canzone che i Beatles scrissero per il primo programma in Mondovisione. Sono state queste note ad accompagnare i baci in diretta di 50 coppie, giovani, anziani, adulti e anche gay. È stato un momento molto romantico, grazie anche ai ballerini di Daniel Ezralow, che ha curato la coreografia, che con i loro corpi hanno composto la scritta Love.

Ma c’è di più. È stato anche un omaggio a una grande poetessa italiana, perché sullo schermo sono stati proiettati alcuni versi di Alda Merini e i nomi dei personaggi simbolo della Pace, perché l’amore è anche questo. La polemica però è scoppiata lo stesso: dopo il bacio gay de I soliti Idioti, anche l’ultima serata ha voluto rappresentare – senza scherzi e volgarità – tutte le forme d’amore. Infatti, quando il palco dell’Ariston ha iniziato ad affollarsi di sbaciucchioni, due donne si sono scambiate un tenero bacio. Non si è visto nulla, nessuno ha notato niente.

Non so cosa sia peggio: censurare l’amore o nasconderlo. Se Sanremo è una rappresentazione del Paese anche in questo caso ha dato prova di essere un palco vecchio e un po’ bigotto. Ha accolto la volgare farfallina di Belen, ma non c’è stato lo spazio per fare un passo in più. Certo gli autori possono vantarsi di dire: noi abbiamo previsto anche il bacio gay. Bene, ora risuonano ancora più pesanti le parole del conduttore, dopo il matrimonio di Fabio e Fabio: “Non ho niente contro gli omosessuali ma preferivo Belen”.