Separazione, si divide una coppia su tre

da , il

    L’amore è eterno, finché dura. È il titolo di un film di qualche anno fa di Verdone, ma devo dire che è molto attuale visti dati messi a disposizione dal Ministero della Giustizia, relativi ai primi sei mesi dell’anno scorso. Circa 300 coppie sposate ogni mille chiedono la separazione, soprattutto consensuale. E a questa media bisogna aggiungere i 234 divorzi richiesti nel frattempo. Insomma ci si lascia, legalmente, e in molti casi ci si risposa. Famiglie disfatte e poi ricreate. Litigate e parcelle degli avvocati a più zeri. Dura la vita per le coppie contemporanee che non riescono a stare insieme.

    Nel Centro-Nord ci si separa di più che al Sud; la regione che fa registrare il tasso maggiore di crisi è il Piemonte (associato alla Valle d’Aosta nella rilevazione) con 418 istanze di separazione ogni mille nozze; mentre i più fedeli risiedono in Basilicata (138 domande ogni mille matrimoni).

    La legge non facilita la pratica di divorzio: ci vogliono quattro anni per divorziare, se i coniugi sono d’accordo, che diventano sette se l’intesa non c’è e il percorso diventa giudiziale. Senza considerare i costi di una separazione che, secondo Grazia Cesaro, «porta sempre a un impoverimento, dalla necessità di un’altra casa all’assegno di mantenimento».

    Foto tratte da

    lorenzoblanco.it

    minori.it

    blogonlyapartments.com