Sesso orale: migliori tecniche e consigli per farlo impazzire

Un buon sesso orale richiede le giuste tecniche ed i giusti consigli, specialmente se si vuol far impazzire il proprio partner a letto! Esistono diverse tipologie di sesso orale per stimolare l'uomo, alcune più note come la fellatio, altre meno conosciute. Abbiamo selezionato le migliori, tutte da sperimentare con il partner.

Pubblicato da Redazione NanoPress Venerdì 20 settembre 2019

Sesso orale: migliori tecniche e consigli per farlo impazzire

Il sesso orale è fondamentale e proprio per questo motivo imparare a farlo bene ad un uomo è d’obbligo se avete deciso di farlo impazzire a letto! Anche se è difficile sintetizzare in poche parole un argomento su cui in realtà sono scritti lunghi trattati, cercheremo di illustrarvi quali sono le migliori tecniche per fare bene sesso orale e come evitare le malattie sessualmente trasmissibili con la fellatio: divertimento sì, ma con la testa! Pur essendo stato per anni circondato da assurdi tabù, il sesso orale è una pratica che dovrebbe esser messa in atto in tutte le coppie, quale indubbia fonte di piacere. Ora scopriremo come praticare sesso orale al nostro ragazzo, nel frattempo fategli studiare come trovare il punto G e come stimolarlo.

Come praticare la fellatio

Il sesso orale è il preliminare preferito dagli uomini: la fellatio, che consiste nell’introduzione del pene nella bocca del partner, è fonte di profondo piacere per l’uomo. Questa carezza intima, che comprende anche dei movimenti alternati, meglio se non meccanici, serve per provocare piacere nel partner, ovviamente evitando di fargli del male con i denti.

Bisogna concentrarsi soprattutto sul glande e sulla corona, una parte in cui i recettori del piacere abbondano. Iniziate a con piccoli baci e procedete con calma, lasciandovi guidare dall’istinto. E’ vero che il sesso orale come piace a lui è spesso un po’ strong, ma ricordate che deve piacere anche a voi!

Il sesso orale praticato nel modo giusto e con la giusta dose di passione può anche portare all’orgasmo e quindi all’eiaculazione. Ma è importante praticare il sesso orale a un uomo in sicurezza, quindi usando il preservativo, per evitare le malattie sessualmente trasmissibili, come le infezioni batteriche o virali. Questo è fondamentale se si tratta di un rapporto occasionale: bene fidarsi, ma meglio prima di tutto proteggersi!

Guida al sesso orale per lui

Esiste uno speciale capitolo del Kamasutra con le posizioni per fare il sesso orale a un uomo lasciandosi andare liberamente alle proprie fantasie più intime. Oltre alla posizione del ’68, dove la donna pratica sesso orale all’uomo che rimane passivo, il Kamasutra del sesso orale consiglia le posizioni più varie, a turno i partner posso mettersi in piedi, seduti o sdraiati, proni, supini o di lato. Talvolta l’aiuto di tavoli, sedie e poltrone può essere prezioso. Ricordate però di essere sempre spontanee: fate ciò che vi fa sentire a vostro agio, e non sforzatevi in posizioni o azioni che possano mettervi a disagio.

Il sesso orale come piace a lui

A parte le posizioni già citate, gli uomini apprezzano moltissimo i gemiti, non troppo forti ma moderati. L’idea che la donna goda a sua volta mentre pratica il sesso orale, è infatti fonte di grande eccitazione. Poi, perché no, potreste sempre chiedere a lui di ricambiare il favore!

Un altro consiglio consiste nell’afferrare l’asta del pene con il palmo della mano, appoggiando la bocca nel senso lungo. La lingua deve passare da un lato all’altro in modo da stimolarlo in modo insolito, ma sicuramente piacevole. Non dimenticare la parte inferiore del pene, gli uomini ne adorano la stimolazione con la lingua.

Sesso orale e punto L

Un punto molto sensibile per l’uomo è quello situato tra lo scroto e il perineo, il cosiddetto “punto L”. Può essere stimolato con la lingua, delicatamente, oppure con le dita (senza premere troppo).

Si tratta, sostanzialmente, del muscolo pubo-coccigeo situato all’altezza della zona perineale, tra i testicoli e l’ano. Si tratta di un punto particolarmente erogeno che vale quindi la pena di stimolare attraverso il sesso orale. E’ sufficiente succhiare il pene sulla punta del glande, in modo ritmico e rapido, associando eventualmente una stimolazione manuale del punto L.

Testi a cura di: Laura De Rosa / Aggiornamento a cura di: Redazione Pour Femme