Tradimento: aiuta davvero il rapporto di coppia?

Capita in una coppia che sta insieme da tanto tempo: un momento di stanchezza, la sensazione di essere trascurate dal partner e le avances di un uomo appena conosciuto ci sembrano come una boccata d'aria fresca. Capita anche che questo gioco diventi più pericoloso del previsto e ci si ritrovi nelle braccia dell'altro.

Pubblicato da Francesca Bottini Lunedì 7 settembre 2009

Capita in una coppia che sta insieme da tanto tempo: un momento di stanchezza, la sensazione di essere trascurate dal partner e le avances di un uomo appena conosciuto ci sembrano come una boccata d’aria fresca. Capita anche che questo gioco diventi più pericoloso del previsto e ci si ritrovi nelle braccia dell’altro.

Ma il tradimento può davvero aiutare un rapporto di coppia un po’ stanco? Dipende, è molto più facile a dirsi che a farsi. In teoria per portare ad una crescita della coppia un tradimento dovrebbe essere confessato, discusso, analizzato e insieme a lui anche i problemi che hanno portato a compierlo. Dal grande dolore può crearsi una rinascita per la coppia, un nuovo inizio.

Va anche detto che però questa situazione capita molto raramente. Non è raro che si perdoni un tradimento ma se non viene interiorizzato, sviscerato e capito il partner tradito serberà sempre un certo rancore per l’accaduto.

Perdonare non è facile e neanche obbligatorio: ci sono persone consapevoli del fatto che, davanti ad un tradimento, non riuscirebbero più ad avere fiducia dell’altro. In questo caso l’unica soluzione è la rottura definitiva del rapporto.

Se invece un tradimento non viene confessato può comunque dare una scossa positiva al rapporto, facendo nascere nuovi stimoli proprio all’interno del rapporto di coppia.

Questo è quello che dicono gli psicologi: personalmente credo che un tradimento porti comunque una frattura inevitabile nel rapporto molto molto difficile da risanare.

Fotografie tratte da
blogforumchat.net
girlpower.it