Tradimento, come affrontarlo

Non è più solo un dubbio, ora è una certezza. Lui vi ha tradite. Che ve l’abbia confessato o che l’abbiate scoperto ora dovete fare i conti con la rabbia e il dolore.

Pubblicato da Francesca Bottini Domenica 5 aprile 2009

Tradimento, come affrontarlo

Non è più solo un dubbio, ora è una certezza. Lui vi ha tradite. Che ve l’abbia confessato o che l’abbiate scoperto ora dovete fare i conti con la rabbia e il dolore.

Dopo i primi momenti di smarrimento è necessario prendere in mano la situazione e affrontare questo momento passo dopo passo.
Ecco di seguito alcuni consigli per non lasciarsi sopraffare dalle ansie e dal rancore.

Fai il punto della situazione
Non cercare alibi o girare intorno all’accaduto: lui ti ha tradita. Devi accettare tutte le sensazioni del momento e vivere il tuo dolore senza cercare di negarlo o mascherarlo.

E’ nato traditore?
Cerca di capire se questo suo gesto ha incrinato il rapporto in modo definitivo. Pensi che potrebbe tradirti di nuovo o è stato solo un momento di debolezza? Se decidi di riprovare devi essere cosciente dei tuoi sentimenti e soprattutto non rinfacciare il tradimento per sempre. Sarebbe un incubo anche per te.

Esprimi i tuoi sentimenti
Parla con lui in modo diretto e senza freni. Spiegagli come ti senti e come il suo gesto ha messo in pericolo la vostra storia.

Ascolta le sue motivazioni
Non dico di perdonarlo immediatamente ma è importante ascoltare anche le sue sensazioni; solo così riuscirai a capire se è sincero e se è veramente pentito.

Decidi
Se decidi di perdonarlo sappi che il tradimento d’ora in poi deve essere una parentesi chiusa; se invece non riesci più a fidarti di lui prenditi il tuo tempo. Dopo un periodo inevitabile di grande sofferenza troverai la forza di ricominciare. Anche da sola.