Uomini e donne vivono il piacere in modo diverso

I rapporti hanno una componente fisica e una mentale: è molto importante che ci sia complicità perchè sia uomini sia donne possano essere soddisfatti

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 7 settembre 2011

Uomini e donne vivono il piacere in modo diverso

Uomini e donne vengono da due pianeti diversi e questo è abbastanza noto. Non tutti sanno, però, che sono diversi anche nel piacere. Provano sensazioni differenti, nonostante la natura umana sia la medesima. La sessuologa Bauwens sostiene che la donna sia nata per fare l’amore, perché ha molte più terminazioni nervose rispetto all’uomo. Questo fa sì che le sensazioni siano maggiori, anche se spesso le signore sostengono di non provare poi molto durante il rapporto.

Per dare qualche numero, nel clitoride femminile ci sono ben 8mila fibre sensoriali, contro le appena 2mila del pene dell’uomo. Se fosse però solo una questione fisica non ci sarebbero tanti problemi. In realtà la mente svolge un ruolo fondamentale e l’uomo è più bravo della donna a liberarsi dai cattivi pensieri.

La capacità di lasciarsi andare o la fiducia che si prova nei confronti del partner contribuiscono a vivere il rapporto nel modo più opportuno. Così com’è molto importante la conoscenza del proprio fisico, oltre a quello dell’altro. Il segreto però per la riuscita di questa chimica speciale sta in un unico aspetto: la complicità, la capacità di creare il giusto feeling.

Non è un caso che i rapporti migliorino con il tempo. Si fa un po’ di pratica e ci si prende gusto. Ascoltate il vostro partner e cercate di capire i suoi desideri, cosa apprezza e cosa no. La creatività e la fantasia sono molto importanti: liberate la mente e dedicatevi solo a chi amate. Tutto andrà bene se ci sarà unità d’intenti.