8 comportamenti ridicoli delle donne innamorate

Scopriamo quali sono gli 8 comportamenti ridicoli delle donne innamorate.

Pubblicato da Laura De Rosa Martedì 6 ottobre 2015

comportamenti-delle-donne-innamorate

8 comportamenti ridicoli delle donne innamorate. Anche se ognuna di noi vive l’amore a suo modo ci sono degli atteggiamenti ricorrenti che ci riguardano da vicino: sognare ad occhi aperti, sorridere non appena riceviamo un messaggino, ascoltare canzoncine romantiche che fino a poco prima detestavamo, pensare a lui in modo compulsivo-ossessivo.

Sognare ad occhi aperti

sognare-ad-occhi-aperti

La nostra mente è connessa h24 a un’altra dimensione, la sua. Il pensiero si fa progressivamente monotematico e qualunque deviazione riporta alla strada maestra.

Scopri se sognare ad occhi aperti fa bene o male

Ascoltare canzoncine mielose

ascoltare-musica

E’ un classico tormentarsi con canzoncine d’amore mielose, di solito malinconiche, un po’ vintage. La playlist cambia letteralmente “musica”.

Sorridere per nulla

sorridere-per-nulla

Ci scopriamo sorridenti nel bel mezzo di un pranzo con le amiche, assorte nei nostri pensieri romantici. Di solito ci scambiano per pazze.

Cambiare abitudini

cambiare-abitudini

Se prima il weekend era dedicato ai nostri hobby preferiti, ora il chiodo fisso è incontrare lui, a costo di sorbirsi una giornata allo stadio.

Fingersi indifferenti

fingere indifferenza

Ma c’è anche chi, a dispetto di tutto, simula un’indifferenza evidentemente forzata risultando ancora più ridicola.

Parlare solo di lui

parlare-solo-di-lui

Lui diventa argomento privilegiato, d’altronde non c’è altro pensiero che ci frulli per la testa durante la fase di innamoramento. E le amiche soffrono in silenzio.

Curarsi di più

curarsi

Se prima di conoscerlo ci si concedeva al massimo una ceretta al mese, tutt’a un tratto nasce il desiderio di vestirsi meglio. E la cura di sé rientra fra le priorità.

Consultarlo a ripetizione

consultarlo sempre

Ogni scusa è buona per consultare la dolce metà e farla sentire partecipe, le chiediamo pareri persino per gli acquisti più banali… c’est l’amour.